La via delle sorelle

Mappa interattiva

it

TAPPA 1 - Brescia, Collebeato, Cellatica, Concesio, Gussago

  • Partenza: Brescia
  • Arrivo: Gussago
  • Lunghezza: 20,8 km
  • Difficoltà a piedi: Media
  • Dislivello in salita: 733 m

Questa prima tappa è un viaggio nella storia di Brescia che conduce dritti verso il polmone verde della città, il Monte Maddalena e poi ancora all’interno dell’incantevole Valle di Mompiano, dalla quale si prosegue per entrare in provincia, attraversando i Comuni di Collebeato, Concesio, Cellatica e Gussago. Si parte dal tempio Capitolino, per poi attraversare (e merita una visita) il suggestivo complesso Museale di Santa Giulia, Patrimonio UNESCO.

La prima breve salita conduce all’interno della fortezza cittadina, il Castello di Brescia, denominato il Falcone d'Italia, bellezza medievale arroccata sul colle Cidneo. Da lì, attraverso l’antica Strada del Soccorso (attenzione agli orari riportati sotto), tagliata nella roccia viva sulle pendici nord del monte e usata anticamente dai soldati per uscire ed entrare dalla fortezza,  si arriva in via Pusterla. Qui il Cammino abbandona il contesto storico cittadino e entra nella natura con la salita al Monte Maddalena sul sentiero CAI 907 all’interno del PLIS Parco delle Colline di Brescia. Percorrendolo si oltrepassa la Chiesa di San Gottardo, la Cascina Margherita e si arriva, con una ripida discesa, nell’incantevole Valle di Mompiano, presso il rifugio Valle di Mompiano.

La tappa 1 prosegue costeggiando il colle di San Giuseppe e raggiunge il Villaggio Prealpino che ospita la Chiesa di Santa Giulia, tappa finale del Cammino di Santa Giulia. 

Dal Villaggio Prealpino si procede verso il comune di Collebeato e, attraversato il centro storico, si rientra nel Parco delle Colline di Brescia, fino ad arrivare all’ex Monastero benedettino di Santo Stefano, risalente al XV secolo. Un luogo che merita, anche grazie al contributo dei camminatori, di essere riportato a nuova vita.

Da Collebeato è possibile fare una deviazione per raggiungere il punto panoramico in cui è collocata la Panchina gigante, mentre il percorso ufficiale procede verso il Santuario della Madonna della Stella e imbocca il sentiero 3V. Infine, prendendo il Sentiero delle Croci, si scende verso il centro storico di Gussago. Da non perdere, sulla destra, la Chiesa di San Rocco, un piccolo gioiello che merita una visita.

PUNTI D'ACQUA:
BRESCIA: Via Musei; Chiesa San Gottardo; a inizio sentiero per Maddalena presso fermata bus; Via del Castello; Via Valle di Mompiano
COLLEBEATO: Parco papa paolo VI (parcheggio antistante oratorio)
GUSSAGO: Santuario della stella; Chiesa san rocco; Piazza san Lorenzo; Parco Muccioli, Via Sale

POI: Complesso Museo Santa Giulia, Tempio Capitolino, Chiesa San Salvatore (Patrimonio UNESCO), Castello di Brescia, Monastero Santo Stefano, Santuario Madonna della Stella, Chiesa di San Rocco.

POI naturalistici: Parco delle Colline, Monte Maddalena, Valle di Mompiano.

Comuni attraversati: Brescia, Collebeato, Cellatica, Concesio, Gussago

CAMMINI INCROCIATI: Antica Via Valeriana - Sentiero 3V - Cammino di Santa Giulia

 

Variante alla Strada del Soccorso. La Strada del Soccorso è aperta dalle 7.00 alle 20.00. Per chi partisse prima delle 7.00 o dopo le 20.00 è necessario percorrere la strada esterna al Castello che passa attraverso la Montagnola, scende verso via Tito Speri e conduce in via Pusterla. 

Variante Monte Maddalena. Per chi non se la sente di affrontare la salita sul Monte Maddalena e la conseguente ripida discesa nella Valle di Mompiano, è stata pensata un’alternativa. È segnata come variante bassa. 

TRASPORTI

Per tornare a Brescia da Gussago prendere Autobus n° 13 da Gussago. Il 13 è attivo tutti i giorni.
Orari e linee possono cambiare. Vi consigliamo di consultare qualche giorno prima app come Google Maps o Moovit per orari e cambiamenti impostando partenza e arrivo e data esatta.

TAPPA 1 - Brescia, Collebeato, Cellatica, Concesio, Gussago

zoomgeolocalization

  • Partenza: Brescia
  • Arrivo: Gussago
  • Lunghezza: 20,8 km
  • Difficoltà a piedi: Media
  • Dislivello in salita: 733 m

Questa prima tappa è un viaggio nella storia di Brescia che conduce dritti verso il polmone verde della città, il Monte Maddalena e poi ancora all’interno dell’incantevole Valle di Mompiano, dalla quale si prosegue per entrare in provincia, attraversando i Comuni di Collebeato, Concesio, Cellatica e Gussago. Si parte dal tempio Capitolino, per poi attraversare (e merita una visita) il suggestivo complesso Museale di Santa Giulia, Patrimonio UNESCO.

La prima breve salita conduce all’interno della fortezza cittadina, il Castello di Brescia, denominato il Falcone d'Italia, bellezza medievale arroccata sul colle Cidneo. Da lì, attraverso l’antica Strada del Soccorso (attenzione agli orari riportati sotto), tagliata nella roccia viva sulle pendici nord del monte e usata anticamente dai soldati per uscire ed entrare dalla fortezza,  si arriva in via Pusterla. Qui il Cammino abbandona il contesto storico cittadino e entra nella natura con la salita al Monte Maddalena sul sentiero CAI 907 all’interno del PLIS Parco delle Colline di Brescia. Percorrendolo si oltrepassa la Chiesa di San Gottardo, la Cascina Margherita e si arriva, con una ripida discesa, nell’incantevole Valle di Mompiano, presso il rifugio Valle di Mompiano.

La tappa 1 prosegue costeggiando il colle di San Giuseppe e raggiunge il Villaggio Prealpino che ospita la Chiesa di Santa Giulia, tappa finale del Cammino di Santa Giulia. 

Dal Villaggio Prealpino si procede verso il comune di Collebeato e, attraversato il centro storico, si rientra nel Parco delle Colline di Brescia, fino ad arrivare all’ex Monastero benedettino di Santo Stefano, risalente al XV secolo. Un luogo che merita, anche grazie al contributo dei camminatori, di essere riportato a nuova vita.

Da Collebeato è possibile fare una deviazione per raggiungere il punto panoramico in cui è collocata la Panchina gigante, mentre il percorso ufficiale procede verso il Santuario della Madonna della Stella e imbocca il sentiero 3V. Infine, prendendo il Sentiero delle Croci, si scende verso il centro storico di Gussago. Da non perdere, sulla destra, la Chiesa di San Rocco, un piccolo gioiello che merita una visita.

PUNTI D'ACQUA:
BRESCIA: Via Musei; Chiesa San Gottardo; a inizio sentiero per Maddalena presso fermata bus; Via del Castello; Via Valle di Mompiano
COLLEBEATO: Parco papa paolo VI (parcheggio antistante oratorio)
GUSSAGO: Santuario della stella; Chiesa san rocco; Piazza san Lorenzo; Parco Muccioli, Via Sale

POI: Complesso Museo Santa Giulia, Tempio Capitolino, Chiesa San Salvatore (Patrimonio UNESCO), Castello di Brescia, Monastero Santo Stefano, Santuario Madonna della Stella, Chiesa di San Rocco.

POI naturalistici: Parco delle Colline, Monte Maddalena, Valle di Mompiano.

Comuni attraversati: Brescia, Collebeato, Cellatica, Concesio, Gussago

CAMMINI INCROCIATI: Antica Via Valeriana - Sentiero 3V - Cammino di Santa Giulia

 

Variante alla Strada del Soccorso. La Strada del Soccorso è aperta dalle 7.00 alle 20.00. Per chi partisse prima delle 7.00 o dopo le 20.00 è necessario percorrere la strada esterna al Castello che passa attraverso la Montagnola, scende verso via Tito Speri e conduce in via Pusterla. 

Variante Monte Maddalena. Per chi non se la sente di affrontare la salita sul Monte Maddalena e la conseguente ripida discesa nella Valle di Mompiano, è stata pensata un’alternativa. È segnata come variante bassa. 

TRASPORTI

Per tornare a Brescia da Gussago prendere Autobus n° 13 da Gussago. Il 13 è attivo tutti i giorni.
Orari e linee possono cambiare. Vi consigliamo di consultare qualche giorno prima app come Google Maps o Moovit per orari e cambiamenti impostando partenza e arrivo e data esatta.

AVVISO /ANNOUNCEMENT

Sul cammino ci sono dei cantieri in corso. Nel link trovate l’elenco e le tracce alternative per evitarli in base alla città di partenza: LINK

Grazie!

————————————

There is some construction going on along the way. In the link you will find the list and alternative routes to avoid them: LINK

Thank you!